Il latte di noci

Nelle giornate estive più afose, spesso risulta difficile svegliarsi e fare una buona colazione, che sia nutriente, leggera e salutare.

Una buona alternativa al classico latte di origine animale, è il latte di noci.

Essendo di derivazione vegetale, non è un vero e proprio latte, ma un estratto che presenta caratteristiche nutrizionali tali da poter essere utilizzato e consumato in sostituzione al latte vaccino, rispetto al quale è più facilmente digeribile.

Ideale per una sana colazione o per la merenda dei bambini, il latte di noci può essere utilizzato anche in cucina per le più svariate preparazioni.

Delizioso con l’aggiunta di cacao e zucchero, si presta anche per macchiare il caffè; se invece siete amanti dei sapori decisi, aggiungendo un pizzico di curcuma o cannella potete trasformarlo in una gustosa bevanda antiinfiammatoria.

Inoltre, è perfetto per essere consumato dopo un’attività sportiva o in qualsiasi altro momento della giornata in cui necessitiamo di una sferzata di energia.

 

Le proprietà del latte di noci lo rendono adatto un po’ a tutti: come dimostrano studi scientifici, l’elevato contenuto di grassi polinsaturi (Omega 3 e Omega 6) delle noci lo rende molto utile al miglioramento dell’elasticità dei vasi sanguigni e nel mantenere sotto controllo i livelli di colesterolo, mentre le proteine vegetali forniscono un’integrazione proteica a chi segue una dieta vegetariana o vegana. Inoltre, essendo naturalmente privo di lattosio, può essere consumato anche da chi è intollerante ad esso. Può essere assunto anche dalle persone affette da celiachia poiché non contiene glutine.

Purtroppo, il latte di noci non è facile da reperire in commercio, quindi la soluzione migliore è farlo in casa. Ma niente paura: preparare il latte di noci è facilissimo e basta un semplice frullatore!

 

Per preparare circa 500 ml di latte di noci occorrono:

  • 1 tazza di noci sgusciate (circa 150 g)
  • 3 tazze d’acqua (circa 700 ml)

 

Procedimento:

  • mettere in ammollo le noci per una notte (o almeno 8 ore),
  • gettare l’acqua dell’ammollo e sciacquarle accuratamente con acqua pulita,
  • frullare le noci fino a ridurle in poltiglia, aggiungendo un po’ d’acqua alla volta,
  • filtrare con un colino a trama fitta,
  • trasferire il latte in una bottiglia di vetro pulita e conservarlo in frigorifero, agitando bene prima di consumarlo.

Si consiglia di zuccherare o aromatizzare il latte (con caffè solubile, cacao in polvere o spezie) appena prima di consumarlo, per non ridurne i tempi di conservazione.

 

A seconda del tipo di noci scelte per la preparazione, il latte di noci avrà un sapore diverso, quindi se volete una bevanda dal gusto morbido e delicato, vi consigliamo di utilizzare le noci Lara di Agricorti!

magazine